Fb New

LA BIOEDILIZIA

Relativamente all’edilizia, l’esigenza di tutela dell’ambiente (utilizzo di materie prime e smaltimento di rifiuti prodotti dall’edilizia), di tutela della salute (rilascio di sostanze tossiche all’interno degli ambienti costruiti), di risparmio energetico ed efficienza energetica (dipendenza da fonti energetiche non rinnovabili, effetto serra, alti costi di gestione termica) trovano oggi convergenza in quella corrente comunemente chiamata BioEdilizia.

Costruire in BioEdilizia significa limitare il consumo di risorse non rinnovabili, e, utilizzando materiali non nocivi ed ecologici, ridurre al minimo l’impatto sulla salute e sull’ambiente.

 

per saperne di pià sulla BioEdilizia in Italia:

 

UN PO' DI STORIA
LA BIOEDILIZIA OGGI
 

UN PO' DI STORIA :

Per l’opinione pubblica, soprattutto in passato ed in Italia, l’aspetto salutistico ha fatto da catalizzatore nello sviluppo e diffusione dell’idea di BioEdilizia in quanto gli aspetti relativi alla tutela ambientale e del risparmio energetico erano da tempo già sentiti anche in altri ambiti distinti.


La ricerca della salubrità e della naturalità erano quindi gli elementi centrali della BioEdilizia, così come l'idea di un "nuovo" modello per ripensare l'architettura: un'architettura in sintonia con la biologia umana. Un contributo fondamentale allo sviluppo di una nuova coscienza è stato dato in Italia dalla nota rivista BioArchitettura ® (con la quale qualitaedilizia ® ha una stretta collaborazione nella scrittura dinumerosi articoli scritti dall'Ing. Andrea Piero Merlo) il cui primo numero vede la luce nell'ormai lontano 1992.

Anche nell'Italia degli scorsi decenni vanno comunque menzionati degli interessanti esempi e studi di edilizia nati in contesto culturale prettamente BioClimatico per coniugare utilizzo di materiali naturali ed efficienza energetica dell'edificio.

Tornando all'aspetto salutistico, verso la fine del XX secolo, nell’abitare (come nel settore alimentare ed in quello farmaceutico) sono emersi molti degli effetti negativi legati all’uso spesso incauto e spropositato dei prodotti dell’industria chimica. Ciò ha destato molte preoccupazioni e conseguentemente si è avuta una forte crescita della sensibilità per l’impiego di materiali non nocivi e/o ecologici nell’edilizia (un processo analogo ha investito numerosi altri campi permettendo portando quindi alla nascita di una cultura generale del Biologico).




 

 

LA BIOEDILIZIA OGGI : 


In tale contesto culturale complessivo, l'Italia si trovò poi finalmente costretta (per rispetto di scadenze dettate dalla Comunità Europea) ad affrontare (anche se con grande ritardo rispetto il resto d'Europa) la questione efficienza energetica del settore edilizio. Ciò diede vita ad un grande fermento che negli ambienti più evoluti aveva già dato corso ad interessantissimi esempi di efficienza energetica.

Caso più ecclatante è quello del contesto CasaClima che, sebbene avesse come principale finalità quello dell'efficienza energetica volta alla tutela ambientale (es. mediante la riduzione delle emissioni di CO2) dava da subito un forte stimolo all'utilizzo di materiali da costruzione e da isolamento ecologici (soprattutto nel campo delle case in legno).

Una volta innescatosi, il processo di ri-analisi del modo attuale di concepire l’edilizia, ha fatto riemergere anche le problematiche di impatto a

mbientale e di consumo energetico relative all’edilizia.
Il settore dell’edilizia è infatti, nella sua globalità, il maggior responsabile del consumo energetico (in Europa circa il 45% dell’energia prodotta viene utilizzata da questo settore).
La produzione di materiali per l’edilizia, inoltre, consuma anche moltissime materie prime (in Europa circa il 50% delle risorse sottratte alla natura viene destinato all’edilizia) e conseguentemente genera anche tantissimi rifiuti.

Oggi più che mai l'approccio alla BioEdilizia è quindi culturalmente maturo per poter influenzare realmente l'ediliza convenzionale.



 

Per maggiori informazioni: Contattaci

Contatti

  329.72.21.347

Area Riservata

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies. .